Offerta 3 tavole rotonde al prezzo di 2

La partecipazione alle tavole rotonde rilascia materiale didattico e attestato di partecipazione.

Date in programma

WEBINAR, 12 APRILE 2021

Diretta Webinar
14.30 - 16.00

Descrizione del corso

Tavola 1. I Criteri Ambientali Minimi (CAM) per servizi di pulizia e sanificazione (DM 29 gennaio 2021)

Come gli operatori del settore sanno il Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 50/2016) prevede l’obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di inserire i Criteri Ambientali Minimi (CAM) nei bandi di gara per l’affidamento di lavori, servizi e forniture. 

In tale quadro, con il DM 29 gennaio 2021 il Ministero ha emanato i CAM per i servizi di pulizia e santificazione di edifici ed ambienti ad uso civile, sanitario e per i prodotti detergenti.

Approfondiamoli assieme andando a verificare cosa è stato previsto sia sotto il profilo dei requisiti di partecipazione e dei profili premiali, sia sotto il versante delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali, con una particolare attenzione agli strumenti di verifica.

Tavola 2. 231 e ambiente: matrimonio o divorzio?

Il Decreto 116/2020 non ha risparmiato modifiche alle sanzioni incidendo sull’art. 258 in materia di tenuta dei formulari e dei registri.

Tali novità necessariamente impattano anche sulla disciplina della responsabilità amministrativa per fatto reato dell’ente il cui articolo di riferimento per i reati ambientali non ha mai tenuto conto delle evoluzioni normative subite dal Testo Unico Ambientale.

Ad oggi quindi le due norme vivono da separate in casa sebbene legate da un rapporto inscindibile di dipendenza e reciproca contaminazione applicativa.

Sussistono quindi dubbi applicativi di non poco conto, sia con riguardo al recepimento delle novità normative all’interno dei Modelli 231 sia rispetto alla vigilanza che è bene realizzare in azienda sulle aree maggiormente a rischio ambientale.

A distanza di dieci anni dall’inserimento dei reati ambientali nel decalogo dei presupposti 231 proviamo a fare il punto su questo matrimonio/divorzio.

Tavola 3. I rifiuti da manutenzione: la nuova disciplina

La novellata disciplina sui rifiuti da manutenzione mantiene ancora aperti importanti interrogativi.

In primo luogo, sebbene siano state espressamente annoverate nell’ambito di applicazione della norma, le attività di pulizia ed i piccoli interventi edili, permangono ancora le vecchie incertezze sul concetto di manutenzione.

Allo stesso modo, molti dubbi restano in ordine alle quantità dei rifiuti che possono essere oggetto di movimentazione derogatoria, nonché, rispetto alle modalità della movimentazione stessa.

Programma del corso

  • Normativa europea e nazionale sugli appalti verdi GPP
  • Cosa sono i Criteri Ambientali Minimi (CAM)?
  • La struttura dei CAM
  • Quali parti dei CAM sono obbligatorie?
  • I CAM per i servizi di pulizia e santificazione
  • Gli strumenti di verifica
  • Il rischio 231 per le imprese del settore ambientale
  • Il Modello 231 nel sistema di gestione integrata
  • I profili 231-ambientali nei soggetti pubblici e partecipati pubblici
  • La nomina dell'OdV e i controlli in ambito ambientale
  • Ambito di applicazione
  • Il luogo di produzione del rifiuto
  • Il produttore
  • La movimentazione derogatoria

Vuoi ricevere maggiori informazioni su questo corso?

Chiamaci allo  +39 051 0353030

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

198,00 €+ IVA

IN AZIENDA

Vuoi seguire questo corso presso la tua azienda?
RICHIEDI UN PREVENTIVO