SOA: tra sottoprodotto e rifiuto

Contenuto

I SOA (sottoprodotti di origine animale) sono disciplinati a livello comunitario dal Regolamento 1069/2009/CE recante "Norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano e che abroga il regolamento (CE) n. 1774/2002 (regolamento sui sottoprodotti di origine animale)".

Il regolamento, invero, stabilisce norme sanitarie e di polizia sanitaria relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati. Il fine della normativa, dunque è quello di evitare o ridurre al minimo i rischi per la salute pubblica e degli animali derivanti da tali prodotti, nonché, in particolare, di tutelare la sicurezza della catena alimentare e dei mangimi.

Per tali ragioni, il regolamento si applica espressamente ai sensi dell’art. 2:

  1. a) ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati che sono esclusi dal consumo umano in forza della legislazione comunitaria; e
  2. b) ai seguenti prodotti che, in seguito alla decisione di un operatore, che è irreversibile, sono destinati a fini diversi dall'alimentazione umana:
  • prodotti di origine animale che possono essere destinati al consumo umano a norma della legislazione comunitaria;
  • materie prime per la produzione di prodotti di origine animale

I SOA (sottoprodotti di origine animale) sono disciplinati a livello comunitario dal Regolamento 1069/2009/CE recante "Norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano e che abroga il regolamento (CE) n. 1774/2002 (regolamento sui sottoprodotti di origine animale)".

Il regolamento, invero, stabilisce norme sanitarie e di polizia sanitaria relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati. Il fine della normativa, dunque è quello di evitare o ridurre al minimo i rischi per la salute pubblica e degli animali derivanti da tali prodotti, nonché, in particolare, di tutelare la sicurezza della catena alimentare e dei mangimi.

Per tali ragioni, il regolamento si applica espressamente ai sensi dell’art. 2:

  1. a) ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati che sono esclusi dal consumo umano in forza della legislazione comunitaria; e
  2. b) ai seguenti prodotti che, in seguito alla decisione di un operatore, che è irreversibile, sono destinati a fini diversi dall'alimentazione umana:
  • prodotti di origine animale che possono essere destinati al consumo umano a norma della legislazione comunitaria;
  • materie prime per la produzione di prodotti di origine animale
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI