Responsabilità 231: nuove pronunce sul concetto di vantaggio

Contenuto

Il vantaggio per l’ente, può consistere anche nella velocizzazione dei tempi di realizzazione di un’opera, in modo da poter incidere sui tempi di lavorazione della stessa?

Nel caso in questione, il Tribunale di Milano aveva condannato i “soggetti apicali” di una società, per il reato di cui all’art. 590 (Lesioni personali colpose), commi 1, 2, 3 e 5 c.p., per aver cagionato delle lesioni personali gravi, al dipendente di una ditta esterna, che stava installando un forno fusorio nell’impianto dell’azienda gestito dai condannati. In particolare, alla suddetta impresa, veniva riconosciuta la responsabilità ex art. 25-septies del D. Lgs. 231/2001.

la Suprema Corte nella pronuncia del 10 settembre 2021, n. 33595 rilevava come “sia emerso un diretto interesse alla maggior concentrazione possibile dei tempi di realizzazione […]. Concentrazione che sarebbe sicuramente stata compromessa da una più attenta attività di verifica e di coordinamento tra le ditte che dovevano operare per la realizzazione del forno stesso”. Di conseguenza, i giudici evidenziavano come vi fosse un nesso logico fra il risparmio di tempo nelle lavorazioni ed il risparmio dei costi sulle misure di sicurezza del lavoro e sui costi in generale.


Il vantaggio per l’ente, può consistere anche nella velocizzazione dei tempi di realizzazione di un’opera, in modo da poter incidere sui tempi di lavorazione della stessa?

Nel caso in questione, il Tribunale di Milano aveva condannato i “soggetti apicali” di una società, per il reato di cui all’art. 590 (Lesioni personali colpose), commi 1, 2, 3 e 5 c.p., per aver cagionato delle lesioni personali gravi, al dipendente di una ditta esterna, che stava installando un forno fusorio nell’impianto dell’azienda gestito dai condannati. In particolare, alla suddetta impresa, veniva riconosciuta la responsabilità ex art. 25-septies del D. Lgs. 231/2001.

la Suprema Corte nella pronuncia del 10 settembre 2021, n. 33595 rilevava come “sia emerso un diretto interesse alla maggior concentrazione possibile dei tempi di realizzazione […]. Concentrazione che sarebbe sicuramente stata compromessa da una più attenta attività di verifica e di coordinamento tra le ditte che dovevano operare per la realizzazione del forno stesso”. Di conseguenza, i giudici evidenziavano come vi fosse un nesso logico fra il risparmio di tempo nelle lavorazioni ed il risparmio dei costi sulle misure di sicurezza del lavoro e sui costi in generale.

Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI