Tavola Rotonda: Come evitare responsabilità e sanzioni connesse ai reati ambientali di cui al Decreto 231/2001?

Descrizione

Videoregistrazione del 25 gennaio 2021

Nel mese di novembre 2020 Fise AssoAmbiente ha pubblicato le nuove linee guida per la corretta elaborazione dei Modelli 231 per le imprese esercenti le attività di gestione dei rifiuti.

Nella introduzione delle predette linee guida, Fise AssoAmbiente sottolinea come, per evitare responsabilità e sanzioni connesse ai reati ambientali di cui al decreto 231, gli Enti debbano adottare dei Modelli idonei mediante una approfondita attività di individuazione dei rischi e dei protocolli preventivi.

Alla luce di tali nuovi linee guida e delle recenti modifiche legislative intervenute in materia ambientale per il tramite del D. Lgs. n.116 del 2020 che ha radicalmente modificato il Testo Unico Ambientale risulta doveroso fare il punto della situazione anche per individuare i necessari interventi di aggiornamento rispetto ai Modelli 231.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI