La classificazione dei rifiuti

La classificazione è un momento cruciale di una corretta gestione del rifiuto, in quanto ne determina, senza possibilità di ripensamenti, la filiera di appartenenza.

L' Articolo 184 del Testo Unico Ambientale e gli allegati della parte IV offrono le principali regole per comprendere quando un rifiuto è speciale e quando è urbano, nonché le informazioni che devono essere cercate per classificare un rifiuto come pericoloso o non pericoloso.

Queste regole tuttavia non sono di immediata applicazione, ed è per questo che Ambiente Legale vuole affrontare con puntualità e pragmaticità le norme sulla classificazione e sulla corretta attribuzione di un codice CER. Si discuterà infine del dibattito, sfociato con la sentenza della Corte di Giustizia del 28 marzo 2019, sui codici CER speculari, e l'annoso dilemma degli assimilati.

L'attivazione del corso è subordinata al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

Date in programma

*ONLINE*, 16 OTTOBRE 2019

Online
14:00 - 15:30

Programma del corso

  • La classificazione dei rifiuti secondo l'origine
  • I rifiuti urbani
  • I rifiuti assimilati
  • I rifiuti speciali
  • La classificazione secondo le caratteristiche di pericolo
  • Il dibattito sui codici a specchio
  • Esiste un obbligo di analisi?
  • Il procedimento di attribuzione del codice CER

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

99,00 €+ IVA

IN AZIENDA

Vuoi seguire questo corso presso la tua azienda?
RICHIEDI UN PREVENTIVO

CORPO DOCENTE