I rifiuti del verde

Gli sfalci e le potature, concetto all’apparenza semplice, ma che in verità sconta l’applicazione di differenti discipline, allorchè gli stessi vengano ricondotti nell’alveo delle esclusioni di cui all’art. 185, comma 1, lett. f) del TUA, piuttosto che alle attività manutentive del verde pubblico, ovvero alle attività manutentive del verde privato.

Differente è invero la gestione di tali residui vegetali se considerati come beni (e non quindi come rifiuti), ovvero se – qualificati quali rifiuti – vengano ricondotti all’attività del giardiniere/manutentore, o al soggetto che usufruisce del relativo servizio.

Un intricato coacervo di norme, che la presente giornata intende dipanare, anche al fine di evitare le penetranti sanzioni previste per una gestione non conforme a normativa.

L'attivazione del corso è subordinata al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

Date in programma

*ONLINE*, 27 NOVEMBRE 2019

Online
14:00 - 15:30

Programma del corso

  • Il Produttore del rifiuto
  • La Classificazione
  • Le Esclusioni
  • L'evoluzione normativa

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

99,00 €+ IVA

IN AZIENDA

Vuoi seguire questo corso presso la tua azienda?
RICHIEDI UN PREVENTIVO