End of waste e autorizzazioni

Ultimi aggiornamenti: Linee guida per l’applicazione della disciplina End of Waste di cui all’art. 184 ter comma 3 ter del Dlgs. 152/2000

Nel 2018 il mondo del recupero - già gravemente compromesso da una normativa arcaica - ha subito una improvvisa battuta di arresto in seguito alla nota pronuncia del Consiglio di Stato che ha sostanzialmente posto un veto sulle autorizzazioni caso per caso.

Solo con la legge 128/2019, che ha lasciato tuttavia aperti una serie di interrogativi e introdotto un discutibile sistema di controlli, è stato arginato lo stallo autorizzatorio.

Novità di questi mesi sul tema, le Linee Guida SNPA n. 23/2020 per l'applicazione della disciplina End of Waste di cui all'art.184 ter comma 3 ter del D. Lgs.152/2006,approvate e pubblicate dal Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente (SNPA)

In particolare, con il  comma 3 ter è stato istituito un sistema di controlli - a campione - volto a verificare la conformità degli impianti di recupero, rispetto al dettato normativo.

Nonostante ciò il quadro normativo attuale risulta ancora molto lontano rispetto ai principi dettati dalla Circular Economy ed Ambiente Legale vuole affrontare il problema in maniera critica, ripercorrendo l’iter legislativo e quello giurisprudenziale nazionale ed internazionale che hanno dettato le linee per la disciplina vigente e puntando un occhio verso il futuro.

Date in programma

*ONLINE*, 26 FEBBRAIO 2020

Diretta Webinar
16:30 - 18:00

Programma del corso

  • Definizioni 
  • Autorizzazioni al recupero   
  • La sentenza del Consiglio di Stato n. 1229 del 2018  
  • Iter normativo e giurisprudenziale
  • La formulazione dell’art. 184 - ter  TUA 
  • Focus: Linee guida per l’applicazione della disciplina End of Waste di cui all’art. 184 ter comma 3 ter del Dlgs. 152/2000

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

29,90 €+ IVA

IN AZIENDA

Vuoi seguire questo corso presso la tua azienda?
RICHIEDI UN PREVENTIVO