Come possono provvedere al trasporto dei rifiuti simili agli urbani di cui all’art. 183, comma 1, lett. b-ter), punto 2, TUA i soggetti iscritti o che intendono iscriversi alle categorie 2-bis e 4 dell’Albo?

Descrizione

Come ormai noto, il D.Lgs. 116/2020, modificando la Parte IV del Testo Unico ambientale, è intervenuta anche in ordine ai rifiuti urbani. È stata così introdotta, all’art. 183 TUA, la definizione di rifiuti urbani, dalla quale emerge la sostituzione del concetto di assimilazione con la categoria dei rifiuti simili di cui al punto 2 della lettera b-ter) dell’articolo citato.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI