Entro il 30 giugno 2021 gli OIV dovranno inviare ad ANAC l’attestazione degli obblighi relativi alla trasparenza

NEWS, 04/05/2021

Il 13 aprile 2021 l’ANAC ha adottato la delibera n. 294 con la quale ha fornito alle pubbliche amministrazioni delle indicazioni per l’attestazione degli obblighi relativi alla trasparenza prevista dall’art. 14, co. 4, lett. g) d.lgs. 150/2009.
Più in particolare, nel predetto documento ANAC individua i dati rispetto ai quali gli Organismi Indipendenti di Valutazione (OIV) devono attestare l’avvenuta pubblicazione al 31 maggio 2021 di alcuni dati societari. ANAC individua, anzitutto, i soggetti tenuti alla pubblicazione dell’attestazione (punto 1), ossia:
• le pubbliche amministrazioni;
• gli enti pubblici economici;
• le società in controllo pubblico, con l’esclusione di quelle quotate;
• le associazioni, le fondazioni e gli enti di diritto privato con bilancio superiore a euro 500.000, la cui attività sia finanziata in modo maggioritario per almeno due esercizi consecutivi nell’ultimo triennio da una p.a. e in cui i componenti dell’organo di indirizzo siano interamente designati dalla p.a.;
• le società a partecipazione pubblica non di controllo ex art. 2-bis, co. 3, primo periodo d.lgs. 33/2013;
• le associazioni, le fondazioni e gli entri di diritto privato ex art. 2-bis, co. 3, secondo periodo d.lgs. 33/2013, che hanno un bilancio superiore a euro 500.000 e che svolgono funzioni amministrative o a favore delle p.a. oppure che erogano servizi pubblici.
L'Authority individua poi i dati di cui si deve attestare l’avvenuta pubblicazione (punto 2), prevedendo altresì le modalità di pubblicazione di tale attestazione entro il 30 giugno 2021 e l’inoltro ad ANAC (punto 3).
Inoltre, viene stabilito che, a seguito della pubblicazione dell’attestazione e dell’invio ad ANAC, il Responsabile della Prevenzione e della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) assumerà le iniziative volte a superare le eventuali criticità espresse dall’OIV e che, dal canto loro, gli OIV avranno cura di verificare le misure adottate dai RPCT (punto 4). Infine, viene stabilito che ANAC verificherà l’avvenuta pubblicazione dell’attestazione attraverso dei controlli a campione (punto 5).

Ambiente Legale INFORMA