Risultano privi di interesse i ricorsi contro gli impianti che migliorano il proprio impatto ambientale

Descrizione

TAR Veneto Sent. 6 Luglio 2022 n. 1130

Il ricorso del Comune nei confronti di un impianto che possa vantare un provvedimento di valutazione di impatto ambientale attestante il miglioramento del proprio impatto ambientale risulta privo d’interesse, dunque inammissibile.
È quanto affermato dal TAR Veneto nella sent. 6 Luglio 2022 n. 1130, con la quale i giudici amministrativi avallano la legittimità della Via che conferma l’ammodernamento di un impianto di trattamento rifiuti. Alla base della decisone vi sono considerazioni di carattere generale riguardanti le condizioni del ricorso, ossia legittimazione e interesse ad agire.
Nel caso in specie, mentre il Comune è senz’altro legittimato ad agire, insistendo l’impianto all’interno del proprio territorio, altrettanto non si può dire per l’altro requisito, quello dell’interesse; ed infatti, alla luce dell’avvenuto miglioramento delle prestazioni ambientali dell’impianto, il Comune non è riuscito ad individuare quale ulteriore utilità, secondo i canoni dell’attualità e della concretezza della pretesa, potrebbero derivargli dall’eventuale accoglimento del ricorso.

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI