Ordinanza di rimozione, istruttorie e contraddittorio imprescindibili

Descrizione

L’ordinanza di rimozione dei rifiuti abbandonati deve fondarsi sul contraddittorio e sull’attività istruttoria approfondita e accurata che faccia emergere, se non prove inconfutabili di tale responsabilità, quanto meno una serie di indizi gravi precisi e concordanti che possano consentire di presumerla con un grado elevato di attendibilità. In difetto di quanto esposto, l’ordinanza è illegittima.
È quanto emerge dalla sentenza del TAR Puglia n. 712/2022 che, uniformandosi ad orientamento ormai costante, accoglie le censure formulate dalla ricorrente, relativa alla mancata effettuazione dei descritti obblighi granati in capo all’Autorità competente, e annulla l’ordinanza di rimozione dei rifiuti. LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI