Legittimo il sequestro preventivo emesso per il reato di gestione abusiva di rifiuti

Descrizione

Cass. pen., Sez. III, sent. del 29 settembre 2022, n. 36828

La Cassazione, con la sentenza n. 36828/2022, conferma il decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP per il reato di gestione abusiva di rifiuti.
All’indagato veniva contestato tanto la violazione delle prescrizioni autorizzative debitamente rilasciate dall’autorità competente (deposito e stoccaggio di rifiuti fatto con modalità tali da non consentire la viabilità e la fruizione dell’impianto; il deposito di quantitativi considerevoli di rifiuti, anche pericolosi, aventi codici CER diversi, non separatamente gli uni dagli altri) quanto la violazione del divieto di miscelazione dei rifiuti.
Pertanto, la pronuncia conferma quanto previsto dal Giudice del riesame circa l’integrazione del fumus in ordine al reato di cui all’art. 256 TUA ed il periculum in mora consistente nell’eventualità che l’area potesse essere utilizzata ulteriori attività non conformi alle prescrizioni.

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI