La sottoposizione a Via è valutata in base alla potenza dichiarata dell’impianto

Descrizione

TAR Campania sent. 14 Giugno 2022 n. 1672

Ciò che incide sulla valutazione riguardante l’eventuale superamento delle soglie previste dalla valutazione di impatto ambientale, è la potenzialità massima dell’impianto dichiarata nell’ istanza e approvata dalla P.a. al momento del rilascio dell’autorizzazione.
Lo afferma il Tar Campania con la sentenza 1672 del giugno scorso nella quale i giudici amministrativi chiariscono che le caratteristiche tecniche delle apparecchiature facenti parte dell’impianto non sono di per sé indicative di una sua maggiore potenza, non potendo così inficiare l’Aua per la mancata sottoposizione a Via.
In altri termini, secondo i giudici una maggiore potenza “di cartello” dei macchinari non significa automaticamente che l’impianto operi giovandosi di queste maggiori potenzialità.
A conferma della propria tesi il Tar argomenta che, a ragionar diversamente, si dovrebbe ritenere invalida l’immatricolazione di un’autovettura per il sol fatto che il veicolo sia omologato per raggiungere una velocità massima superiore a quella consentita dalle regole del codice stradale.
L’organo giudicante ha respinto pertanto le doglianze del ricorrente,che lamentava la mancata sottoposizione a Via dell’impianto al quale era stata rilasciata l’autorizzazione unica ambientale.

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI