Impianti di autodemolizione, la sentenza della Corte Costituzionale 189/2021 non fa sconti

Descrizione

TAR Lazio, Sez. II, sent. del 6 settembre 2022, n. 11548

Il TAR Lazio, con la pronuncia n. 11548 del 6 settembre 2022, chiamato a pronunciarsi sul provvedimento di diniego di autorizzazione allo svolgimento dell’attività di autodemolizione da parte del Comune, ritiene sussistere i presupposti per l’annullamento per illegittimità sulla scorta di quanto stabilito dalla Corte di Costituzionale con la sentenza n. 189/2021.
La pronuncia da ultimo richiamata dichiarava l’illegittimità costituzionale della Legge della Regione Lazio con la quale si delegava ai Comuni la funzione amministrativa relativa alla cura del procedimento di autorizzazione alla realizzazione e gestione degli impianti di smaltimento e recupero di rifiuti derivanti all’autodemolizione e rottamazione di macchinari e apparecchiature deteriorati e obsoleti.
Nel caso di specie, il TAR rilevava la sussistenza delle condizioni necessarie, ossia che la controversia era ancora pendente alla data di pubblicazione della sentenza della Corte Costituzionale e che la questione di costituzionalità risulta rilevante, investendo la disposizione legislativa su cui poggia il provvedimento gravato.

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI