Tutela penale dell’ambiente: attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti, reati associativi e aggravanti ambientali

Descrizione

Il tema della tutela ambientale è trasversale rispetto ai diversi settori dell’ordinamento sociale e – soprattutto – giuridico.

Tale collegamento biunivoco è più evidente in campo penale, ove il fenomeno della criminalità ambientale, negli anni, ha visto un incremento significativo.

Il presente contributo, pertanto, focalizzando l’attenzione sulla eco-criminalità perpetrata in forma associativa, dopo una prima disamina del delitto di traffico illecito di rifiuti, analizza il rapporto esistente tra l’art. 452 quaterdecies e le fattispecie associative “tradizionali” di cui agli artt. 416 e 416 bis cp, approfondendo se e in che termini possa configurarsi un concorso di reati.

Infine, nell’affrontare il tema delle aggravanti ambientali, si evidenzieranno luci ed ombre di una risposta sanzionatoria ancora poco efficace, a causa di un quadro giuridico fin troppo indefinito e poco armonioso.   

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI