Reti fognarie e trattamento delle acque reflue urbane: arriva la condanna della Corte di Giustizia

Descrizione

di Valentina Felisatti

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha condannato l’Italia per la violazione di alcuni obblighi discendenti dalla direttiva 91/271/CEE in materia di reti fognarie e trattamento di acque reflue.

Si tratta di una direttiva piuttosto risalente, che impone in capo agli Stati membri diversi obblighi finalizzati a garantire una buona qualità delle acque reflue urbane, posto che, come esplicitato nei considerando della direttiva “l'inquinamento dovuto ad un trattamento insufficiente delle acque reflue in uno Stato membro ha spesso ripercussioni sulle acque di altri Stati membri”.

Il presente contributo si propone l’obiettivo di analizzare il contenuto della sentenza, riepilogando brevemente le fasi che hanno fatto approdare la vicenda nelle aule di Lussemburgo e contestualizzando la pronuncia nello scenario domestico.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI