Omessa bonifica e responsabilità del curatore fallimentare

Descrizione

Con la pronuncia n. 1763/2022 del 14.3.22, la Quarta Sezione del Consiglio di Stato è tornata a pronunciarsi in tema di configurabilità di responsabilità della curatela fallimentare per omessa bonifica, confermando, in assonanza con il principio affermato dall'Adunanza Plenaria con la nota sentenza               n. 3/2021, che la Curatela, quale custode dei beni del fallito, non può esimersi da responsabilità lasciando abbandonati i rifiuti risultanti dall’attività imprenditoriale dell’impresa cessata, anche quando non prosegue l’attività imprenditoriale.   

La sentenza in commento, peraltro, ha precisato che tale regola di responsabilità non è superabile invocando, in senso contrario, il principio convenzionale di irretroattività delle prescrizioni sfavorevoli, dal momento che questo non opera in presenza di mutamenti di orientamenti giurisprudenziali che hanno valenza meramente dichiarativa. LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI