Le operazioni di bonifica tra il titolare del diritto superficiario e nudo proprietario

Descrizione

di Antonio Mogavero

In data 29 giugno 2020 il TAR Veneto, con la sentenza n. 550, si è espresso sul provvedimento di diniego con il quale il Comune di Venezia ha respinto la richiesta di rilascio del permesso a costruire presentata dalla ricorrente, quale titolare di un diritto di superficie su un terreno comunale.

L’Ente basava il proprio diniego su una accertata situazione di inquinamento del sito, sulla scorta di quanto sostenuto dalla Direzione Ambientale e Politiche Giovanili, Settore Tutela delle Acque, degli Animali, dell’igiene e Bonifiche, Ufficio Tecnico Bonifiche.

Dalla pronuncia emerge che la bonifica compete al responsabile dell’inquinamento o al Comune, quale amministrazione competente ai sensi dell’art. 250 TUA, in ogni caso non compete al titolare di un diritto di superficie.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI