La gestione dei fanghi di lavaggio degli inerti: rifiuti o sottoprodotti?

Descrizione

La Cassazione con la recente pronuncia n. 22807 del 13 giugno 2022, ha riacceso i riflettori su un tema assai controverso, ossia la gestione dei fanghi di lavaggio degli inerti delle attività estrattive.

Le difficoltà in merito affondano in una normativa ambigua, che ha imposto una copiosa produzione giurisprudenziale, che, tuttavia, non è riuscita ad orientare efficacemente gli operatori del settore.

La criticità di fondo attiene la classificazione di detti materiali come rifiuto, con tute le conseguenze che ne derivano.

Il contributo, a fronte si una necessaria premessa normativa, mira ad evidenziare lo scenario attuale e le possibili azioni da intraprendere.

LEGGI DI PIÙ

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI