Etichettatura ambientale degli imballaggi: arrivano chiarimenti del MITE!

Descrizione

di Valentina Felisatti

L’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi ha sollevato alcuni problemi interpretativi sui quali era opportuno un chiarimento da parte delle istituzioni.

A seguito della sua entrata in vigore, si sono susseguiti alcuni interventi volti a chiarire l’ambito applicativo della disposizione in esame e a regolarne l’efficacia temporale: il riferimento corre, rispettivamente, alle Linee Guida emanate in materia di etichettatura dal Consorzio nazionale degli imballaggi (CONAI) e al Decreto-legge cd. Mille proroghe.

A questi interventi, tuttavia, se ne sono ben presto aggiunti altri.

In primo luogo, il 17 maggio 2021 il Ministero della Transizione Ecologica ha adottato una circolare recante “Chiarimenti sull’etichettatura ambientale degli imballaggi di cui all’art. 219, co. 5 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

In secondo luogo, il Decreto Sostegni, in sede di conversione in legge del 21 maggio 2021, ha modulato ulteriormente l’ambito applicativo temporale dei nuovi obblighi.

Dopo un sintetico richiamo delle questioni interpretative sollevate dalla norma il presente contributo mira a fare il punto della situazione in materia di etichettatura degli imballaggi alla luce delle menzionate novità.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI