Consorzi stabili e cumulo alla rinfusa: le ultime novità

Descrizione

di Roberta Tomassetti

Per agevolare la partecipazione ai pubblici affidamenti ed incrementare la concorrenza, la normativa prevede varie forme di partecipazione aggregata a gara da parte degli operatori economici.

Tra queste, un posto di primario rilievo spetta ai c.d. consorzi stabili che, proprio in ragione del duraturo vincolo d’impresa che li caratterizza, possono beneficiare di un regime di attestazione dei requisiti di gara particolarmente favorevole: il c.d. cumulo alla rinfusa.

Infatti, tale istituto consente a questi operatori economici di giovarsi dei titoli propri delle consorziate che li costituiscono in sede di ammissione a gara.

Nondimeno, con l’emanazione del D.Lgs. 50/2016 e s.i.m. la permanenza di questa disciplina di favore è stata da più parti contesta.

L’articolo ripercorre la questione richiamando i più recenti spunti sul tema forniti dalla giurisprudenza di merito e di legittimità.

Questo contenuto è consultabile solo se si è sottoscritto un abbonamento CONTENT (oppure un pacchetto OPEN ACCESS o ALL IN)

 VAI AGLI ABBONAMENTI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Contattaci se hai bisogno di maggiori informazioni su questo contenuto
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contattata il nostro servizio clienti ed ottieni in tempi brevi tutte le informazioni necessarie nonché preventivi gratuiti.
Ambiente Legale dalla parte delle aziende.
RICHIEDI INFORMAZIONI