UN UFFICIO GREEN IN 7 MOSSE

NOTIZIE DAL BLOG, 07/01/2020
A cura di: Avv. Daniele Carissimi

È arrivato, ahimè, il giorno del rientro a lavoro dopo le feste natalizie. Ma, volendolo affrontare con positività: perché non renderlo un po’ speciale, meno triste e soprattutto più ecologico?

Del resto, oggi, il tema della sostenibilità sta sempre più a cuore ad aziende e cittadini, quindi perché non fare, nel nostro piccolo, anche da dietro la scrivania, uno sforzo per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente che ci circonda?

Ecco che allora, mettendo in pratica alcuni semplici accorgimenti, possiamo rendere il nostro ufficio, non solo più gradevole, ma anche più eco-friendly! 

  1. Usiamo la carta riciclata
    Non ce ne accorgiamo ma, nonostante l’uso dei computer, continuiamo a non poter fare a meno della carta. Per prendere appunti, per fotocopiare documenti o anche solo per avere la sensazione che nulla vada perso. E così finiamo per vivere in uffici sommersi dal fogli, fascicoli, cartelline, blocchi per appunti e post-it! Ecco allora che per arginare lo spreco di carta e ridurre lo sfruttamento delle risorse necessarie per produrla, basta stare attenti ad acquistare carta riciclata e, mi raccomando, ricordarsi di stampare in modalità fronte-retro. Ormai in commercio se ne trova di tutti i tipi e non è più come una volta, quando aveva l’inconfondibile colore marroncino che rendeva qualcuno un po’ restio a rinunciare al candore del foglio bianco nuovo di zecca. Ora anche la carta riciclata è prodotta in modo tale da avere le stesse caratteristiche della carta vergine – sia dal punto di vista funzionale che estetico – dunque, non avete più scuse!

  1. Regoliamo la temperatura interna
    Spesso sovrappensiero non ci accorgiamo che estate e inverno nei nostri uffici sono accesi incessantemente climatizzatori o termosifoni e che i sistemi di gestione sono spesso centralizzati. Per questo a volte ci ritroviamo a spalancare le finestre, in dicembre perché fa troppo caldo, o in piena estate perché i climatizzatori sono impostati a temperature degne del Polo Nord. Questo genere di comportamento, da un lato è dannoso per la salute perché ci sottopone a veri e propri sbalzi di temperatura e, dall’altro è causa di un enorme spreco di energia elettrica e gas. Ecco che allora basterebbe ricordarsi di intervenire per modificare la temperatura dello split o del termosifone locale per adeguarla alle proprie necessità, oppure adottare un abbigliamento che ci consenta di stare bene nel nostro ufficio! E non dimentichiamo che anche le bollette sarebbero meno salate!

  1. Portiamo il pranzo al sacco
    Se siamo costretti a mangiare fuori casa, riponiamo il nostro pranzo in un contenitore riutilizzabile che, una volta tornati a casa, possiamo comodamente lavare e riutilizzare. Lo spreco di imballaggi che causa il cibo confezionato è incommensurabile, senza contare che in questo modo si riciclano gli avanzi, si spende meno e si produce poca spazzatura.

  1. Non stampiamo le e-mail
    Tornati dalle ferie è inevitabile trovare la propria casella di posta elettronica sommersa di e-mail in attesa di essere aperte. Molti di noi hanno la cattiva abitudine di lanciare automaticamente la stampa della posta ricevuta per avere tutto sotto controllo e non rischiare di perdere nessuna informazione. Tuttavia un comportamento come questo, non solo nuoce gravemente all’ambiente a causa dello spreco di carta, inchiostro ed energia elettrica, ma è anche assolutamente superfluo! Proviamo ad organizzarci in modo da stampare le e-mail solo ed esclusivamente quando è necessario, ne beneficerà la nostra scrivania – senz’altro più ordinata – ma soprattutto l’ambiente!

  1. Installiamo un boccione per l’acqua
    Se ne abbiamo la possibilità, installsre un boccione d’acqua al posto di un distributore di bottigliette in plastica è una soluzione ottimale. Ci consente infatti di produrre molti meno rifiuti e di riempire la nostra borraccia ogni volta che lo vorremo, anche a costi inferiori. 

  1. Non lasciamo il computer in stand-by
    Acquisire la saggia abitudine di spegnere il computer alla fine della giornata di lavoro, invece di lasciarlo in stand-by, ci consentirà di ottenere numerosi benefici. Innanzitutto, spendiamo meno in energia elettrica, in secondo luogo evitiamo di surriscaldare inutilmente l’ambiente in cui lavoriamo, ed infine, consentiamo di fare una pausa anche al nostro computer! Ciò detto, per essere diligenti fino in fondo, quando lasciamo l’ufficio ricordiamoci di controllare che non vi siano caricabatterie inseriti nella presa della corrente, anche se non vi sono elettrodomestici attaccati consumano comunque energia elettrica!

  1. Mettiamo una piantina sulla scrivana o sul davanzale
    Avere una piantina in ufficio non solo lo rende più piacevole e aggiunge un tocco di vivacità e colore alla stanza, ma contribuisce anche a immettere nell’ambiente ossigeno e assorbire le emissioni di CO2. All’interno degli uffici, infatti, spesso vi è poco ricambio d’aria e circolazione di batteri. Soprattutto in inverno, grazie alle piante, è possibile avere un ambiente più pulito e salubre!


Come vedete, dunque, in ufficio trascorriamo la maggior parte del nostro tempo e non ci accorgiamo nemmeno della quantità di comportamenti poco sostenibili di cui siamo responsabili. Il consumo eccessivo di carta, inchiostro ed elettricità sono all'ordine del giorno quindi è bene, innanzitutto, riflettere sulle abitudini che abbiamo nella vita di tutti i giorni e provare a mettere in pratica questi semplici accorgimenti per rendere anche il nostro lavoro utile ad un ambiente migliore!

Buon rientro in ufficio!