La Responsabilità Amministrativa degli Enti

10% di sconto se ti iscrivi entro il 21 gennaio! Usa il codice sconto 231-10

La responsabilità è la capacità di rispondere delle conseguenze - lecite o illecite - delle proprie azioni.

Questo istituto si colora di specifici obblighi a seconda che interessi il produttore del prodotto o il produttore del rifiuto.

Quanto a chi riveste la prima di queste qualifiche, la responsabilità estesa del produttore è stata peraltro recentemente oggetto di specificazione a opera della Direttiva 851/2018/UE che ne ha previsto puntuali criteri di gestione che si intrecciano con quelli legati alla gestione dei rifiuti.

Quanto invece al tema nella gestione dei rifiuti, anche in questo caso non è così semplice comprendere chi deve fare cosa, e come sono distribuite le responsabilità tra i soggetti coinvolti (produttore, trasportatore, destinatario).

Concetto centrale è il c.d. principio di corresponsabilità, che estende le conseguenze sanzionatorie per una non corretta gestione del rifiuto a tutti coloro che intervengono nella filiera, del rifiuto.

Ma non è tutto. Per quasi tutti i reati ambientali il Legislatore italiano ha previsto anche che in capo alle aziende sorga la responsabilità ex d.lgs. 231 del 2001.

Responsabilità dalla quale possono derivare conseguenze estremamente dannose e che può essere scongiurata grazie all’adozione di un efficace Modello 231 e un valido Organismo di Vigilanza, i quali possono rappresentare non solo un idoneo strumento di tutela, ma anche occasione di riorganizzazione e gestione di tutti i profili ambientali in azienda.

Il Modello di Organizzazione Gestione e Controllo infatti rappresenta il mezzo attraverso il quale un'azienda può monitorare con puntualità le proprie attività lavorative in un'ottica di prevenzione dei reati previsti all'interno del D.Lgs. 231/2001.

Quanto al ruolo dell'OdV questo consente un controllo penetrante e terzo rispetto agli strumenti di prevenzione dai reati 231 suggerendo le attività di follow up e verificando la loro adozione nella prassi aziendale. 

In questo corso i nostri docenti vi accompagneranno dunque nel percorso necessario a chiarire i diversi tipi di responsabilità, associandoli di volta in volta ai relativi destinatari, e vi illustreranno i vantaggi di un valido sistema 231 in azienda ponendo in luce i punti di forza di tale strumento di gestione.

Date in programma

WEBINAR, DAL 28 GENNAIO ALL'11 MARZO 2021

Diretta Webinar Zoom
Prima Lezione: 14.30 - 16.00; Seconda Lezione: 16.30 - 18.00

Programma del corso

Docente: Avv. Greta Catini
  • 14:30 - 16:00: D.lgs 231 ambito di applicazione e soggetti
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 16:30 - 18:00: D.lgs. 231 costruire un modello
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 14:30 - 16:00: Esimenti, quote e sanzioni
Docente: Avv. Greta Catini
  • 16:30 - 18:00: Sistema segnalazione, codice etico, sistema disciplinare
Docente: Avv. Greta Catini
  • 14:30 - 16:00: La disciplina dell'organismo di vigilanza
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 16:30 - 18:00: Le attività dell'organismo di vigilanza
 
Docente: Avv. Greta Catini
  • 14:30 - 16:00: Reati P.A.
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 16:30 - 18:00: Delitti criminalità organizzata
 
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 14:30 - 16:00: Delitti informatici
  • 16:30 - 18:00: Delitti personalità individuale e sicurezza lavoro
 
Docente: Avv. Greta Catini
  • 14:30 - 16:00: Delitti industria e commercio
  • 16:30 - 18:00: Reati societari
Docente: Avv. Lucia Giulivi
  • 14:30 - 16:00: Reati ambientali
Docente: Avv. Greta Catini
  • 16:30 - 18:00: Reati tributari

Vuoi ricevere maggiori informazioni su questo corso?

Chiamaci allo  +39 051 0353030

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

229,00 €+ IVA

IN AZIENDA

Vuoi seguire questo corso presso la tua azienda?
RICHIEDI UN PREVENTIVO