Il Produttore di Rifiuti tra regole, responsabilità e sanzioni Milano

La conferma dell'effettivo svolgimento del corso nonché la location definitiva dell'evento nelle varie sedi verrà comunicata vie email a tutti gli iscritti entro 7 giorni dalla data di effettuazione del corso.

L’iscrizione può essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici al numero 02/87366838
oppure
inviando una e-mail a formazione@ambientelegale.it

SELEZIONA L'EDIZIONE DEL CORSO

Quota di partecipazione al corso:

 199,00 €+ IVA

Condizioni particolari per l'acquisto

Convenzionati di Ambiente Legale: gratuito

Ex corsisti di Ambiente Legale: sconto del 10% sul totale

Iscrizione di gruppo (2 persone o più): sconto del 10% sul totale

Prenota prima: sconto del 20% sul totale
per iscrizioni entro 30 giorni dalla data di inizio del corso e contestuale pagamento

Aula da definire in relazione al numero degli iscritti ma comunque prossime alla stazione ferroviaria e facilmente raggiungibili in auto

Descrizione del corso

Gli oneri circa la corretta gestione dei rifiuti ricadono in primo luogo in capo al produttore degli stessi.

È tale soggetto che deve, infatti,

  • Classificare i rifiuti
  • Scegliere il trasportatore e il destinatario sapendo verificare le relative autorizzazioni
  • Redigere i documenti (cartacei o su SISTRI) relativi alla tracciabilità
  • Preoccuparsi che la consegna del rifiuto sia andata a buon fine
In mancanza di tali adempimenti ambientali, il produttore è assoggettabile alle ingenti sanzioni ambientali che, dal 2011, colpiscono non solo le persone fisiche coinvolte nell'illecito ma anche l'azienda e il suo patrimonio, ai sensi del d.lgs. 231 del 2001.

Ambiente Legale, da anni vicina alle aziende, organizza un incontro formativo pensato proprio per il produttore di rifiuti al fine di consegnare un kit di regole pratiche per lo svolgimento degli opportuni controlli e adempimenti e non incorrere in sanzioni.

Introduzione normativa

  • Principi generali
  • Ambito di applicazione della disciplina
  • Finalità

Le definizioni Art. 183 TUA 

Il deposito temporaneo

  • Luogo di produzione
  • Condizioni
  • Onere della prova
  • Il deposito incontrollato

I rifiuti provenienti da attività di Manutenzione (Artt. 230 e 266 DLgs. 152/2006)

La nuova classificazione dei rifiuti

  • I criteri di classificazione
    • I Rifiuti Urbani
    • I Rifiuti Speciali
  • I rifiuti pericolosi: definizione e nuove caratteristiche di pericolo (Art. 184 - All. D) (regolamento UE n. 1357/2014)
  • Nuovo elenco europeo dei rifiuti (Decisione Comm. Europea 2014/955/UE)
  • Processo di attribuzione dei codici CER
  • Classificazione codice CER pericoloso assoluto
  • Classificazione codice CER non pericoloso assoluto
  • Classificazione codice CER speculari 
    • Cassazione 9 novembre 2016 n. 46897
    • ordinanza trib di Roma del 2 marzo 2017
    • ordinanza del trib pistoia del 23 marzo 2017
    • Cassazione Sez. III del 27 luglio 2017 n. 37462
    • ordinanza n. 37461 del 27 luglio 2017
    • ordinanza n. 37460 del 27 luglio 2017
  • L’obbligo di analisi: esiste?
  • Lo speciale caso della diluizione: Art. 184 – c. 5-ter
  • L’obbligo di etichettatura
  • Classificazione: le nuove caratteristiche HP

La responsabilità nella gestione dei rifiuti - Art. 188 DLgs. 152/2006

  • Il principio di corresponsabilità
  • La responsabilità del produttore
  • La responsabilità dell’amministratore
  • La responsabilità del trasportatore
  • La responsabilità dell’impresa- ai sensi del DLgs. 231/2001
  • La responsabilità del delegato SISTRI
  • Le deleghe interne

La tracciabilità dei rifiuti

  • Il problema della disciplina transitoria, quali sono le norme ad oggi vigenti?
  • Art. 190 Il registro di carico e scarico
  • Art. 193 Il formulario di identificazione rifiuti
  • Il Sistri alla luce del nuovo DM n. 78 del 30 marzo 2016 
  • Il Mud e la Dichiarazione Sistri

Le sanzioni nella Gestione dei Rifiuti

  • Art. 255. Abbandono di rifiuti
  • Art. 256. Attività di gestione di rifiuti non autorizzata
  • Art. 256-bis. Combustione illecita di rifiuti
  • Art. 257. Bonifica dei siti
  • Art. 258. Violazione degli obblighi di comunicazione, di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari
  • Art. 259. Traffico illecito di rifiuti
  • Art. 260. Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti
  • Art. 260-bis. Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti
  • Art. 260-ter. Sanzioni amministrative accessorie. Confisca
  • Art. 261-bis. Sanzioni
Domande e casi Pratici

DATE IN PROGRAMMA

Aula da definire in relazione al numero degli iscritti ma comunque prossime alla stazione ferroviaria e facilmente raggiungibili in auto

MILANO, 10 OTTOBRE 2017

AC Hotel Milano - Via Enrico Tazzoli 2
09:30 - 13:30